42

LANCIABOMBE

 

L.C.B. pneumatico da  432/302 mm mod. 1934/37.

 

Unico dispositivo lanciabombe  all’inizio della guerra in servizio e imbarcato su Incrociatori,Cacciatorpediniere,Torpediniere , Cacciasommergibili , era una arrma che impiegava delle b.t.g. tipo 50/1936 da 300 mm o da 430 mm tipo 100/ 1936, il lancio avveniva tramite aria compressa e la gittata variava dai 50 ai 150  metri. Era posizionato in posizione centro poppiera con un brandeggio fino a 45°.

EC3/ter «Gufo»

 

Lo EC3/ter «Gufo» fu il primo radar di fabbricazione italiana a trovare un impiego operativo. Il «Gufo» operava nella banda tra 400 ed i 750 Mhz (75 - 40 cm) attraverso la tecnica della modulazione di frequenza.

L'apparato, sviluppato da un gruppo di lavoro della Regia Marina composto, tra gli altri, dai professori Ugo Tiberio e Nello Carrara e dal capitano (poi maggiore) delle Armi Navali Alfeo Brandimarte, all'interno del Regio Istituto Elettrotecnico e delle Comunicazioni della Marina (RIEC) come EC1 nel 1936.

Il radar fu usato in combattimento dall'incrociatore leggero Scipione Africano, nella notte del 17 luglio 1943, mentre era in rotta da La Spezia a Taranto (Operazione Scilla), quando rilevò una flottiglia di quattro motosiluranti britanniche cinque miglia più avanti, rispetto allo stretto di Messina. Una delle motosiluranti, la MTB 316, fu distrutta dai cannoni dell'incrociatore e un'altra, la MTB 313, fu seriamente danneggiata. Dodici marinai britannici persero la vita .

 Fu.Mo 21/24/40 G “De.Te”

 

Il FuMO 21 è stato progettato nel 1941 come radar di ricerca per il Kriegsmarine della Germania nazista, adatto per navi di dimensioni comprese tra incrociatore leggero e grandi torpediniere. Aveva un’antenna a “materasso” di mt. 2x6, fu imbarcato anche sulle nostre unità.

Costruttore  : Gema

 Operava in banda “A”

368 MHz : Freguenza di emissione

14 Kw : Potenza di picco

500 Hz : Ripetizione degli impulsi

80 cm : Lunghezza d’onda

Portata a  15 metri s.l.m.  25.000 metri

Costruttore SAFAR, Marelli, Galileo e altri.

Anno 1942/43

Freguenza di emissione  :400 MHz

Potenza di picco: 10 Kw

Ripetizione degli impulsi : 500Hz

Lunghezza d’onda : 75 cm

Portata su bersagli navali 30.000 metri (antenna a 35 mt sul livello del mare), 25.000 mt con antenna a 15 metri  s.l.m.