73

GIUSEPPE CENNI

L’Asso dei Tuffatori della Regia Aeronautica

 

Giuseppe Cenni (Casola Valsenio, 27 febbraio 1915 – Aspromonte, 4 settembre 1943) è stato un ufficiale e aviatore italiano.

 

Il 4 settembre 1943 al comando del 5º Stormo venne mandato a ostacolare lo sbarco alleato in Calabria, e fu attaccato da 5 Spitfire. Tentò di salvarsi volando a bassa quota tra le insenature dell’Aspromonte: ma verrà abbattuto.

GLI ASSI DELLA REGIA

TERESIO MARTINOLI

 

Teresio Vittorio Martinoli (Novara, 26 marzo 1917 – 25 agosto 1944) è stato un aviatore italiano, uno dei maggiori assi della caccia italiana della seconda guerra mondiale con 22(secondo altri autori, 23) abbattimenti individuali, dieci dei quali ottenuti nella Regia Aeronautica sui cieli di Malta, uno volando dopo l'armistizio e quattordici collettivi. Morì in un incidente di volo nell'agosto del 1944. Gli fu conferita la Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

ADRIANO VISCONTI

 

Adriano Visconti di Lampugnano (Tripoli, 11 novembre 1915 – Milano, 29 aprile 1945) è stato un ufficiale italiano. Durante la seconda guerra mondiale fu un asso dell'aviazione italiana, dapprima come pilota della Regia Aeronautica e, dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943, dell'Aeronautica Nazionale Repubblicana (ANR), divenendo il comandante del 1º Gruppo caccia della stessa ANR Ha conseguito dieci vittorie accertate.

Uomo leale e coerente, pilota abile e coraggioso dopo l’armistizio divenne il simbolo della A.N.R. ottenendo 10 vittorie accertate e 4 medaglie d’argento, 2 concesse dalla RSI, 2 medaglie di bronzo e croce di ferro di I e II classe. Alla fine della guerra dopo aver negoziato una resa con onore per il reparto , Visconti viene ucciso a tradimento dai partigiani insieme al suo aiutante S.T. Stefanini era il 29 Aprile 1945 .

UGO DRAGO

 

Ugo Drago (Arborio, 3 marzo 1915 – Roma, 22 aprile 2007) è stato un aviatore italiano, considerato un asso e pluridecorato durante la seconda guerra mondiale.

Ufficiale pilota del 150° Gruppo autonomo caccia “Gigi tre osei” e poi pilota nella A.N.R. consegui 11 vittorie individuali.

Con il CR.42  ottenne la sua prima vittoria abbattendo un PLZ 11 greco, poi altri 2 PLZ e un Fairey Battle, dopo la Grecia il Gruppo passò sui Macchi 202.